NETWORK

Alla scoperta degli champagne Pierre Moncuit

Se siete amanti degli champagne, dovete assolutamente andare alla scoperta di quelle cantine che ci mettono davvero una passione intensa in ogni operazione che deve essere compiuta per arrivare ad ottenere un vino impeccabile. Tra le cantine da questo punto di vista più interessanti, ci sentiamo in dovere di ricordare la cantina Pierre Moncuit. Andiamo insieme alla scoperta allora della sua storia, della passione che mette in ogni bottiglia di vino, della qualità intensa di questi champagne naturali che rispettano la natura e che sono davvero genuini.

La famiglia Moncuit ha dimostrato nel corso degli anni di avere una passione davvero intensa per le uve e per il vino, una passione che si tramanda di generazione in generazione e che consente di dare vita a delle bottiglie che hanno un sapore semplicemente incredibile. Tutto ha inizio nel 1889 quando Pierre Moncuit decide di acquistare 19 ettari di vigneti a Mesnil sur Oger, sulla Cote des Blancs. Pierre è infatti convinto che il terreno calcareo di questa zona, connesso al microclima eccellente che qui vige, sia davvero perfetto per la coltivazione delle uve. Inizia così insieme alla moglie Odile Delos questa avventura che viene portata avanti poi con immensa passione dal nipote Robert. Sarà proprio Robert nel 1928 a dare vita alla prima cuvée di Chardonnay in purezza. La direzione tecnica della cantina viene presa in mano inseguito, nel 1977, da Nicole Moncuit, mentre la parte commerciale viene messa nelle mani di Yves Moncuit, che continuano a portare avanti con dedizione e passione l’attività di famiglia, con progressi e successi sempre più numerosi.

Ormai sono passati molti anni da quel lontano 1889, ma la passione con cui questo lavoro viene portato avanti è sempre la stessa, una passione supportata anche da un immenso rispetto per la terra. La famiglia Moncuit infatti non ha alcuna intenzione di produrre vini che vadano a discapito della salute del pianeta in cui viviamo, né vuole che i suoi consumatori finali portino sulle tavole dei vini che non sono genuini, che non sono salutari, che non sono naturali. Ecco perché il metodo con cui la terra viene coltivata e con cui vengono prodotti i vini in cantina è sempre esattamente lo stesso di un tempo, secondo la tradizione, un metodo che non prevede quindi l’utilizzo di sostanze chimiche in eccesso o escamotage tecnologici per poter velocizzare i processi.

Gli champagne pierre moncuit hanno aromi di frutta davvero eccezionali, che si intrecciano ad una freschezza intensa e ad una elevata mineralità. Sono champagne equilibrati e dal sapore davvero molto elegante, che ben si prestano ad accompagnare pranzi e cene a base di pesce. Sono sicuramente la scelta ideale anche per il momento dell’aperitivo, soprattutto considerando che oggi come oggi l’aperitivo è in pratica un vero e proprio antipasto, con stuzzichini spesso molto elaborati e lussuosi, con anche pesce crudo, come molluschi, tranci di tonno e pesce spada, sashimi e sushi. Si tratta infine di champagne che non costano un’esagerazione, con un ottimo rapporto quindi tra qualità e prezzo, altro dettaglio sicuramente da non sottovalutare. Dove acquistarli? Direttamente online ovviamente, sui siti specializzati in vini naturali, biologici e biodinamici, così da avere una più vasta scelta e da poter ottenere un risparmio eccellente.

Be the first to comment on "Alla scoperta degli champagne Pierre Moncuit"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*