Tecnologia

Twitch reprime i contenuti sul gioco d’azzardo, ma è abbastanza?

Dopo i continui inviti all’azione, Twitch ha presentato una nuova politica che limita la pubblicità del gioco d’azzardo. Nello specifico, i link di riferimento non sono più consentiti sulla piattaforma.

Come riportato:

“In un Creator Update che è stato condiviso con gli utenti, Twitch ha annunciato che vieterà i link e i codici di riferimento ai siti web di gioco d’azzardo. Sostengono che questa azione preverrà danni e truffe”.

Il cambiamento della politica, che è entrato già in vigore, arriva sulla scia dello YouTuber Max Maher che pubblica un video di 10 minuti, “Esporre Crypto Gambling; L’industria da miliardi di dollari che fa preda ai bambini”. Maher non è la prima persona a parlare dell’argomento, ma il suo video riassume perfettamente la situazione.

Nel video, Maher spiega in dettaglio come gli influencer di Twitch scommettono online con i soldi della casa e utilizzano link di affiliazione per indirizzare i clienti a siti di scommesse online, molti dei quali sono illegali o risiedono in aree grigie legali. Divulgazione completa, Betting USA è un’affiliata per i siti di gioco d’azzardo online legali negli Stati Uniti.

Secondo la descrizione sotto il video di YouTube:

È sorta un’epidemia in cui i famosi streamer di Twitch vengono pagati ingenti somme di denaro per giocare a giochi d’azzardo crittografici online.

Il problema non è la sponsorizzazione in sé. I problemi sorgono nelle percentuali di vittoria poco chiare e non regolamentate, nel conflitto di interessi incorporato nella struttura delle commissioni e nel pubblico principale.

Ciò solleva la domanda, la nuova politica va abbastanza lontano e ridurrà quella che sembra essere una relazione molto vantaggiosa per gli streamer e i siti di gioco d’azzardo online offshore?

Cosa afferma il video

Il video di YouTube cita alcuni numeri assurdamente alti che questi influencer di Twitch stanno ricevendo: non è chiaro se si tratti di pagamenti diretti, pagamenti di compartecipazione alle entrate o una combinazione di entrambi.

Anche se i pagamenti citati sono esagerati o rappresentano solo i migliori mesi di compartecipazione alle entrate degli streamer, i numeri (35.000$ pagamenti mensili e streamer che guadagnano fino a un milione di dollari al mese) sono strabilianti.

Ciò rende improbabile che la risposta di Twitch abbia i denti per mordere. Posso immaginare gli streamer che indirizzano il loro pubblico verso un sito web come https://casino.netbet.it/ per ulteriori informazioni piuttosto che inserire il link promozionale direttamente sul loro canale Twitch. È un passo in più nel processo, ma la nuova politica non segna la fine di questi accordi.

La nuova politica aiuta ad assolvere Twitch (ne parleremo più avanti) e pone un cuscinetto tra il sito di gioco d’azzardo online e il pubblico, ma è improbabile che limiti la quantità di contenuti di gioco sulla piattaforma.

Se il gioco d’azzardo online offshore ha dimostrato qualcosa nel corso degli anni, è estremamente bravo ad adattarsi.

E questo aiuta a spiegare dove entra in gioco la parte crittografica. Le criptovalute consentono ai siti offshore e ai clienti di elaborare depositi e prelievi al di fuori degli occhi dei regolatori finanziari. Inoltre, non esiste un’età minima per acquistare o vendere criptovalute, sebbene la maggior parte dei principali scambi richieda agli utenti di avere 18 anni. Naturalmente, una rapida ricerca su Google per “come acquistare bitcoin se hai meno di 18 anni” restituisce molti risultati.

L’industria regolamentata dovrebbe prenderne atto

Un’ultima considerazione su questo argomento riguarda le implicazioni per il settore regolamentato.

Whyte ha offerto tre ragioni per cui l’industria regolamentata dovrebbe prendere nota e agire.

“In primo luogo, questo ha un rischio reputazionale per l’industria del gioco d’azzardo. Sappiamo che regolatori, legislatori e media potrebbero non distinguere tra gioco d’azzardo regolamentato e non regolamentato. Ogni volta che è più difficile tracciare quella linea, l’industria suscita polemiche.

“In secondo luogo, c’è un interesse competitivo. Se questo mercato è così grande come sembra, l’industria del gioco d’azzardo legale deve subire delle perdite economiche.

“Infine, poiché le valute alternative diventano più popolari e più accettate, penso che ci sia un rischio significativo di entrare in collisione con il mercato illegale del gioco d’azzardo crittografico. Se l’industria vuole iniziare a prendere criptovalute e viene invischiata in un enorme mercato illegale e non regolamentato che prospera sulle criptovalute, ciò potrebbe respingere gli sforzi legali per anni.“